Aggiornamenti Recenti

Elementi Appuntati
Attività recenti
  • Pasta asparagi e pancetta

    Ingredienti

    Sedanini Rigati 320 g
    Asparagi 700 g
    Pancetta 100 g
    Scalogno 80 g
    Olio extravergine d'oliva 50 g
    Sale fino q.b.
    Pepe nero q.b.

    Per preparare la pasta con asparagi e pancetta iniziate ad occuparvi...
    Pasta asparagi e pancetta

    Ingredienti

    Sedanini Rigati 320 g
    Asparagi 700 g
    Pancetta 100 g
    Scalogno 80 g
    Olio extravergine d'oliva 50 g
    Sale fino q.b.
    Pepe nero q.b.

    Per preparare la pasta con asparagi e pancetta iniziate ad occuparvi della pulizia degli asparagi: come prima cosa eliminate la parte finale degli asparagi, poi pelate i gambi e tagliateli a rondelle. Conservate le punte intere e mettetele da parte.
    Tritate finemente lo scalogno, trasferitelo in un tegame dove avrete versato l'olio e lasciatelo appassire a fiamma bassa per 5-6 minuti, aggiungendo un mestolo di acqua.
    A questo punto aggiungete i gambi degli asparagi ridotti a rondelle, salate, pepate e cuocete il tutto per circa 15 minuti aggiungendo un po' di acqua al bisogno. Una volta che gli asparagi saranno cotti, prelevatene circa 3/4, trasferiteli in una ciotolina insieme a 200 g di acqua e frullate con un frullatore a immersione
    fino ad ottenere una crema liscia. Versate la crema ottenuta all'interno del tegame con i gambi degli asparagi e amalgamate il tutto a fiamma spenta. Mettete a bollire una pentola di acqua per cuocere la pasta, poi prendete le punte degli asparagi e tagliatele a metà.
    Affettate la pancetta e tagliatela a listarelle. Versate la pancetta all'interno di una padella antiaderente già calda,
    unite le punte d'asparago e lasciate rosolare per qualche minuto fino a che non saranno ben dorate. Quando l'acqua sarà arrivata al bollore, salate a piacere e cuocete la pasta al dente.
    Scolate la pasta direttamente nel tegame con la crema di asparagi e terminate la cottura. In ultimo unite anche la pancetta e le punte di asparago e mescolate bene. La vostra pasta con asparagi e pancetta è pronta, non vi resta che servirla!
    Altro
    0
    0
    0
    0
    0
    0
    Il commento è sotto moderazione
    Elemento di flusso di dati articolo pubblicato correttamente. L'elemento articolo sarà visibile sul tuo flusso di dati.
  • Elisa Lodi sbloccato il badge Newbie
    Newbie
    Parte di una comunità. Per sbloccare questo badge, è necessario registrati su questo sito.
    0
    0
    0
    0
    0
    0
    Il commento è sotto moderazione
    Elemento di flusso di dati articolo pubblicato correttamente. L'elemento articolo sarà visibile sul tuo flusso di dati.
  • Elisa Lodi appena registrato sul sito
    Il commento è sotto moderazione
    Elemento di flusso di dati articolo pubblicato correttamente. L'elemento articolo sarà visibile sul tuo flusso di dati.
  • Torta di San Valentino

    Ingredienti per la base

    Uova (medie) 5
    Farina 00 200 g
    Latte intero 50 ml
    Burro 200 g
    Zucchero 200 g
    Cioccolato fondente 100 g
    Cacao amaro in polvere 30 g
    Lievito in polvere per dolci 8 g
    Sale fino 1 g

    PER LA...
    Torta di San Valentino

    Ingredienti per la base

    Uova (medie) 5
    Farina 00 200 g
    Latte intero 50 ml
    Burro 200 g
    Zucchero 200 g
    Cioccolato fondente 100 g
    Cacao amaro in polvere 30 g
    Lievito in polvere per dolci 8 g
    Sale fino 1 g

    PER LA CREMA ALLA NOCCIOLA
    Burro 250 g
    Acqua 35 g
    Zucchero 150 g
    Albumi 100 g
    Pasta di nocciole 250 g

    PER LA CREMA GANACHE AL CIOCCOLATO
    Cioccolato fondente 125 g
    Panna fresca liquida 125 g
    Burro 20 g

    Per la preparazione della base della torta a cuore utilizzate gli ingredienti scritti sopra e seguite il procedimento che trovate cliccando qui. Imburrate e infarinate una tortiera a forma di cuore dalla capacità di circa 1,2 lt, versateci l'impasto e infornate a 180°C per circa 50 minuti. Quando la base sarà cotta, lasciatela leggermente intiepidire e poi sformatela poggiandola su di una gratella, quindi fatela raffreddare completamente. Nel frattempo preparate la crema alla nocciola sbattendo il burro ammorbidito assieme alla pasta di nocciola, fino ad ottenere una crema liscia e omogenea che terrete da parte al fresco.
    In un piccolo pentolino versate 125 gr di zucchero e 35 gr di acqua, quindi fate sciogliere lo zucchero a fuoco dolce e portate lo sciroppo ottenuto a 116° C , misurando la temperatura con un termometro per zuccheri. Contemporaneamente, con l’ausilio di un robot da cucina, montate gli albumi a neve unendo 25 gr di zucchero. Quando lo sciroppo arriverà a 121° C , gli albumi dovranno essere ben montati quindi, continuando a sbattere, aggiungete a filo lo sciroppo caldo e sbattete fino a che il composto non sarà completamente freddo. Avete appena realizzato una meringa all’italiana! Ora unite la meringa alla crema di burro e nocciola aiutandovi con un mestolo o una spatola e mescolando delicatamente dal basso verso l’alto.
    La crema alla nocciola per la farcitura è pronta: prelevatene un paio di cucchiai rasi che terrete da parte per la decorazione finale. Tagliate la torta ormai fredda in tre strati; poggiate il fondo su di un piatto da portata e posizionate sopra di esso metà della crema di nocciola che spalmerete per bene . Posizionate sopra la crema lo strato centrale di torta al cioccolato ,
    sulla quale spalmerete la restante crema alla nocciola . Coprite con l’ultimo strato di torta. Preparate la crema ganache seguendo la ricetta che troverete cliccando qui e le dosi indicate sopra. Spalmate la superficie della torta a cuore con la crema ganache e poi guarnitela con la crema alla nocciola avanzata mettendola in una tasca da pasticcere con bocchetta liscia e piccola: praticate dei piccolissimi mucchietti tutto intorno al perimetro del cuore e realizzate poi la scritta “I love you” e due cuoricini che si sovrappongono. Conservate la torta ben coperta in frigorifero ed estraetela mezz’ora prima di gustarla.
    Altro
    0
    0
    0
    0
    0
    0
    Il commento è sotto moderazione
    Elemento di flusso di dati articolo pubblicato correttamente. L'elemento articolo sarà visibile sul tuo flusso di dati.
  • Angela Scarda ha aggiornato la sua immagine del profilo
    0
    0
    0
    0
    0
    0
    Il commento è sotto moderazione
    Elemento di flusso di dati articolo pubblicato correttamente. L'elemento articolo sarà visibile sul tuo flusso di dati.
  • Straccetti di pollo ai funghi

    PETTO DI POLLO 1
    FUNGHI CHAMPIGNON 500 gr
    SPICCHIO DI AGLIO 1
    OLIO EXTRAVERGINE D'OLIVA (EVO) q.b.
    SALE q.b.
    PEPE facoltativo - q.b.

    Per preparare gli straccetti di pollo ai funghi, dovrete partire proprio dal...
    Straccetti di pollo ai funghi

    PETTO DI POLLO 1
    FUNGHI CHAMPIGNON 500 gr
    SPICCHIO DI AGLIO 1
    OLIO EXTRAVERGINE D'OLIVA (EVO) q.b.
    SALE q.b.
    PEPE facoltativo - q.b.

    Per preparare gli straccetti di pollo ai funghi, dovrete partire proprio dal pollo. Se avete acquistato un petto di pollo intero, dividetelo a metà e da ogni metà ricavate due fette. A questo punto tagliate le fettine a strisce abbastanza larghe e qualora queste fossero troppo lunghe, dividetele in più parti.

    Avrete realizzato, in questo modo, gli straccetti di pollo.
    Dopo che avrete preparato gli straccetti di pollo, prendete i funghi puliti, lavati e privati della terra, tagliateli e raccoglieteli in un recipiente e, teneteli da parte.
    Fate scaldare in una padella un giro d'olio, con uno spicchio d'aglio intero sbucciato.

    Quando l'olio sarà caldo aggiungete nella padella i funghi tagliati, lasciate cuocere senza aggiungere nessun tipo di liquido o condimento.
    Mentre i funghi si stanno cuocendo, occupatevi della cottura del pollo:

    scaldate un giro d'olio in un'altra padella, quando l'olio sarà caldo, mettete a cuocere gli straccetti di pollo, senza aggiungere condimenti.
    Quando il pollo si sarà cotto e ben rosolato; salate i funghi, e uniteli nella padella con gli straccetti di pollo rosolati.
    Lasciate insaporire e aggiustate con sale.
    Gli straccetti di pollo ai funghi sono pronti per essere serviti.
    Altro
    0
    0
    0
    0
    0
    0
    Il commento è sotto moderazione
    Elemento di flusso di dati articolo pubblicato correttamente. L'elemento articolo sarà visibile sul tuo flusso di dati.
  • Maria Marani ha aggiornato la sua immagine del profilo
    0
    0
    0
    0
    0
    0
    Il commento è sotto moderazione
    Elemento di flusso di dati articolo pubblicato correttamente. L'elemento articolo sarà visibile sul tuo flusso di dati.
  • Risotto alla pescatora

    Ingredienti per il risotto
    Scalogno 50 g
    Riso Carnaroli 320 g
    Olio extravergine d'oliva 40 g
    Concentrato di pomodoro 1 cucchiaino
    Vino bianco secco 60 g

    PER IL CONDIMENTO DI COZZE E VONGOLE
    Cozze 500 g
    Vongole 500 g
    ...
    Risotto alla pescatora

    Ingredienti per il risotto
    Scalogno 50 g
    Riso Carnaroli 320 g
    Olio extravergine d'oliva 40 g
    Concentrato di pomodoro 1 cucchiaino
    Vino bianco secco 60 g

    PER IL CONDIMENTO DI COZZE E VONGOLE
    Cozze 500 g
    Vongole 500 g
    Olio extravergine d'oliva 30 g
    Aglio 1 spicchio
    Vino bianco secco 60 g

    PER IL CONDIMENTO DI CALAMARI E GAMBERI
    Calamari 500 g
    Gamberi 200 g
    Olio extravergine d'oliva 30 g
    Sale fino 1 pizzico
    Pepe nero 1 pizzico

    PER MANTECARE E CONDIRE IL RISOTTO
    Olio extravergine d'oliva 1 cucchiaio
    Prezzemolo tritato q.b.

    Per preparare il risotto alla pescatora, cominciate dedicandovi alla pulizia delle vongole come indicato nella nostra scuola di cucina. Dopo averle sottoposte a un controllo visivo per eliminare quelle aperte o rotte, dovrete spurgare le vongole sane: per farlo, battete prima su un tagliere ciascuna vongola, per far fuoriuscire eventuale sabbia dal guscio, poi mettete le vongole in ammollo in acqua fredda a cui aggiungerete un bel pugno di sale grosso. Così facendo andrete a ricreare un ambiente simile all’acqua di mare, e le vongole si spurgheranno facilmente. Tenetele così per circa 2 ore, cambiando l’acqua ogni volta che sul fondo si depositerà della sabbia. Al termine della procedura, l’acqua dovrà rimanere pulita. Dedicatevi adesso alla pulizia delle cozze: selezionate le cozze integre e chiuse, sciacquatele sotto abbondante acqua corrente ed eliminate con l’aiuto di un coltellino le eventuali incrostazioni. Con della lana di acciaio grattate i gusci per eliminare ulteriori impurità
    Poi strappate via con decisione il bisso (la barbetta che fuoriesce dalle valve) da ciascuna cozza. Ora che i vostri frutti di mare sono puliti, scaldate l’olio in una casseruola capiente e aggiungete l’aglio per farlo insaporire. Versate in casseruola le cozze e le vongole
    E sfumate con il vino bianco. Appena sarà evaporato, coprite con il coperchio e lasciate che tutti i gusci, per azione del vapore, si schiudano: a quel punto i frutti di mare saranno pronti.
    Ponete un colino su di una ciotola capiente, e scolatevi le cozze e le vongole. In questo modo raccoglierete tutta l’acqua di cottura che terrete in caldo e utilizzerete per portare a cottura il risotto e per cuocere i gamberi e i calamari. In totale vi occorreranno circa 1 litro di liquido per la cottura del risotto e 50 ml per cuocere i calamari: se i molluschi non ne avessero rilasciato abbastanza, potete allungarlo con acqua per raggiungere questa quantità. Tenete da parte qualche cozza e qualche vongola con il guscio che utilizzerete per decorare il piatto, e sgusciate tutte le altre.
    Dedicatevi poi alla pulizia dei calamari: sciacquateli sotto acqua corrente. Staccate i tentacoli, quindi cercate la penna di cartilagine trasparente che si trova nel mantello ed estraetela delicatamente . Sciacquate nuovamente sotto acqua corrente ed estraete le interiora, che sono da buttare. Passate quindi ad eliminare la pelle esterna: incidete con un coltellino la parte finale del mantello, quanto basta per prendere un lembo della pelle e tirate via completamente il rivestimento aiutandovi con un coltellino.
    Estraete infine gli occhi e il dente dei vostri calamari. Adesso che sono puliti, tagliate i calamari a listarelle non troppo sottili. Resta ancora da occuparvi della pulizia dei gamberi: per prima cosa sgusciateli
    Poi incidete il dorso con un coltellino e estraete l’intestino. È il momento della cottura: scaldate in una larga padella antiaderente un filo d’olio, e ponetevi i calamari e i gamberi puliti .
    Regolate di sale e di pepe, coprite con circa 50 ml del liquido di cottura dei molluschi che avevate tenuto da parte e fate cuocere per qualche minuto a fiamma vivace. Tenete da parte. Siete giunti alla preparazione del risotto: tritate finemente lo scalogno
    E ponetelo in una casseruola a fuoco dolce insieme a 40 g di olio per farlo rosolare. Quando risulta imbiondito, unite il riso. Fatelo tostare per un paio di minuti, mescolando spesso .
    Sfumate quindi con il vino bianco e quando sarà completamente evaporato cominciate a bagnare poco a poco il riso con la rimanente acqua di cottura delle cozze e delle vongole che avevate tenuto in caldo. Dopo aver aggiunto la prima mandata di liquido, unite anche il concentrato di pomodoro
    e mescolate bene. Aggiungete altro liquido bollente poco a poco, fino a portare il riso a cottura: il tempo dipenderà dalla varietà utilizzata, ma ci vorranno in totale circa 15-20 minuti. Verso gli ultimi minuti di cottura del riso unite i calamari e i gamberi con il loro fondo di cottura e i molluschi sgusciati.
    Portate a termine la cottura, quindi e mantecate con un cucchiaio di olio extravergine e insaporite con il prezzemolo tritato. Servite il risotto alla pescatora ben caldo, guarnendo ogni piatto con qualche cozza e vongola intera che avevate tenuto da parte.
    Altro
    0
    0
    0
    0
    0
    0
    Il commento è sotto moderazione
    Elemento di flusso di dati articolo pubblicato correttamente. L'elemento articolo sarà visibile sul tuo flusso di dati.
Le attività sono attualmente limitati ai soli soci.

Entra per vedere cosa sta succedendo.
Impossibile caricare il contenuto del tooltip.